ago 09

SCUOLE, ASSOTUTELA: RAGGI FACCIA CHIAREZZA SU INTERVENTI MESSA IN SICUREZZA

In ormai piena estate e a poco più di un mese dal riavvio della didattica, sono molteplici le segnalazioni delle famiglie in merito al precario stato di numerose strutture scolastiche comunali di Roma: famiglie preoccupate, che vorrebbero che l’amministrazione capitolina della sindaca Raggi si adoperasse con maggior impegno e investimenti per l’edilizia scolastica. Leggi il resto »

ago 08

COMUNE ROMA, ASSOTUTELA: “ANAGRAFE NEL DEGRADO. ESPOSTO IN PROCURA”

“Questa associazione è molto preoccupata per il degrado dilagante all’interno dell’anagrafe comunale di via Petroselli, a Roma. Leggi il resto »

ago 07

CHICO FORTI, ASSOTUTELA A SALVINI: “MINISTRO SI OCCUPI DEL CASO”

“Questa associazione sta seguendo con molta attenzione la delicata vicenda di Chico Forti, connazionale detenuto in un carcere di massimo sicurezza in Florida da quasi 20 anni con l’accusa di omicidio: un caso su cui alleggiano molte contraddizioni, Leggi il resto »

ott 04

Flat Tax, Maritato (SP): “Sistema dannoso e inapplicabile in Italia”

“Come associazione che tutela i diritti dei cittadini consumatori, siamo molto preoccupati per una delle proposte che Lega e M5S hanno inserito nel programma del governo del cambiamento: la cosiddetta “Flat Tax”, ossia un sistema fiscale che applica la stessa tassazione, in termini di aliquota, a tutti i contribuenti, indipendentemente dal loro reddito. E differisce dai sistemi di tassazione progressiva, che differenziano le aliquote a seconda dei redditi dei contribuenti: come l’Italia. Leggi il resto »

ago 28

La Germania non vuole investire all’interno. Ecco perchè

bce-620x372La Germania non vuole investire all’interno: non solo per ragioni demografiche ormai consolidate, ma soprattutto per non dover ricorrere a nuova immigrazione. Accompagna così il declino del numero dei suoi abitanti, che considera ineluttabile, programmandosi un futuro da rentier.

La Germania ha fatto dell’euro uno strumento di straordinaria tutela del suo modello produttivo export-led, dentro e fuori l’Europa. Il riequilibrio all’interno dell’Unione, attraverso un sistema di trasferimenti a suo carico, è impensabile. I vincoli Leggi il resto »

ago 21

Cassazione: l’assicurazione deve risarcire la vittima anche se il conducente l’ha investita di proposito

Le assicurazioni hanno spesso negato il risarcimento nei confronti delle vittime e dei loro eredi quando i veicoli da loro garantiti erano stati utilizzati come delle vere e proprie armi da parte dei conducenti e quindi in ipotesi di condotta Leggi il resto »

ago 01

MARITATO: “EQUITALIA È CARTELLA USURARIA? ASSOTUTELA C’È”

anatocismo“Gli interessi chiesti da Equitalia sulle cartelle esattoriali sono troppo alti, anzi “usurari”. A stabilirlo è una recente sentenza della Commissione Tributaria di Salerno che ha sospeso il pagamento della cartella e ha disposto l’invio degli atti alla Procura della Repubblica per verificare se sanzioni e interessi applicati superino la soglia stabilità dalla legge e configurino il reato di usura! Leggi il resto »

giu 25

ECONOMIA, NUOVI ASSETTI INTERNAZIONALI IN UN EUROPA CHE NON C’E PIU’

“I governi europei sono deboli e con visioni temporali di corto respiro. Nessuno al momento mostra di avere compreso, fino in fondo, quello che sta accadendo a livello globale. L’Unione Europea procede solo mettendo “toppe” e spesso non si mettono d’accordo nemmeno su quelle. Leggi il resto »

apr 26

ANATOCISMO, MARITATO: “SI ESTENDONO I DIVIETI DI APPLICAZIONE”

anatocismo“La Corte di Cassazione recentemente è intervenuta in materia di anatocismo con un importante pronunciamento, stabilendo che il divieto comprende anche la capitalizzazione annuale degli interessi. Nel giudizio d’appello, il giudice convertiva la capitalizzazione trimestrale effettuata dalla banca, stabilendo invece l’applicazione di quella annuale. Leggi il resto »

apr 24

FISCO, PRESSIONE DA CAPOGIPO PER CITTADINI E IMPRESE

anatocismo-373x218“Anche gli ultimi dati sulla pressione fiscale nel nostro Paese sono assolutamente allarmanti: i numeri pubblicati recentemente dall’Istat, infatti, descrivono come il prelievo fiscale nel 2017 si sia attestato 42,5% del Prodotto interno lordo. Numeri e dati impietosi, che non permettono quello sviluppo e quel rilancio economico di cui l’Italia ha disperatamente bisogno. Leggi il resto »

Post precedenti «

» Post successivi


Hit Counter provided by Sign Holder